Fiume Aso - Comuni vicini
Fiumi Italiani
Risorsa gratuita vers.BETA 1.0
  Fiume Aso
  Comuni Vicini
Fiume Aso visualizza mappa  

   Fiume Aso Comuni vicini
Ricerca effettuata tra le distanze delle coordinate dei comuni
nel raggio approssimativo di 10 Km lineari, e sono stati trovati 42 comuni
Comunanza distanza approssimativa in linea d'aria: 0.13 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

A Comunanza una quantità di sepolture disseminate in tutto il territorio (cippi funerari, oggetti ornamentali in bronzo, iscrizioni) testimonia la presenza umana dal neolitico al periodo della civiltà picena. L'insediamento più cospicuo è sorto dopo la conquista del Piceno da parte di Roma (268 a.C.). Secondo i più recenti ritrovamenti, esso copriva un territorio molto vasto. Resti di ville rustiche,
Pedaso distanza approssimativa in linea d'aria: 0.18 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Pedaso esisteva certamente prima dell'anno 1000 ed alcuni studiosi lo identificano con Castrum Fagetum o con Castrum Vetulum. Il paese sorgeva sul monte Serrone, che sovrasta l'attuale centro abitato e, dalla parte della Cupa, si erigeva un castello di Pedaso facente parte dello Stato di Fermo. Ai primi dell'Ottocento subì distruttive invasioni di Turchi. A causa di movimenti bradisismici, alla fine
Carassai distanza approssimativa in linea d'aria: 1.24 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Carassai il paese, di circa 1400 abitanti, è situato in collina, a 365 mt s.l.m.. Le attività sono: agricoltura con vigneti, uliveti, frutteti; lavorazione di carni suine; dolciumi; ceramiche. Nel medioevo era detto Castrum Guardiae; il popolo lo chiamava Carrascale e Carnassale. Attualmente sono evidenti due nuclei: uno di origine feudale (VI-IX sec.) detto Castello Vecchio ed uno di origine medioevale
Ortezzano distanza approssimativa in linea d'aria: 1.34 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Ortezzano da lontano appare, imponente resto delle fortificazioni, una torre ben conservata, a base pentagonale irregolare e merlatura ghibellina. Le origini sono remote e, nel terreno, si sono rinvenute tracce della presenza etrusca e, soprattutto, picena. Il suo nome ha avuto interpretazioni contrastanti ed è stato riportato in varie forme: Ortempianum, Ortentianum, Ottazzano. Da Utricinum può derivare
Campofilone distanza approssimativa in linea d'aria: 1.44 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Campofilone il paese si è sviluppato da un borgo, formatosi nell'alto medioevo, attorno all'abbazia benedettina di San Bartolomeo. Nel XII sec.il monastero è stato sottoposto al vescovato di Fermo e vi rimase fino al 1342. La via degli Orti, con volta a botte, il viale dei Pini e il Torrione di Porta Marina, Porta da Sole e Porta da Bora sono segni evidenti del passato. La chiesa abbaziale, ricostruita
Monte Vidon Combatte distanza approssimativa in linea d'aria: 1.51 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Monte Vidon combatte offre bellezze naturali e panoramiche in un ambiente ancora integro. La leggenda narra che il nome derivi da un fatto d'arme, sia pur poco conosciuto, verificatosi in età medioevale. Non per nulla, il paese conserva buona parte del tracciato delle mura (secc. XIV - XV), che si aprono con una originale porta a doppia fornice del sec.XV, che immette nell'antico abitato. Il paese
Montefiore dell'Aso distanza approssimativa in linea d'aria: 1.62 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Montefiore dell'Aso sito a 411 mt. s.l.m., Montefiore affonda le sue radici nell'epoca preistorica, documentata dalla presenza di materiali di ceramica, rame, bronzo e ferro. Da questo importante momento storico, Montefiore trae lo spunto per uno sviluppo più marcato nell'epoca romana, testimoniata dalle grotte sepolcrali, necropoli del I e II sec.d.C.. Nel medioevo emerge la figura del Cardinale Gentile
Altidona distanza approssimativa in linea d'aria: 1.99 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Altidona è posta su di un'amena collina e domina dall'alto la porta di ingresso alla Valle dell'Aso . La sottostante spiaggia adriatica che ricade nel suo territorio per circa 3 Km, accoglie il turismo estivo, con diverse strutture ricettive all'aria aperta. Le remote origini vengono testimoniate da vestigia romane nella località di Villa Montana, risalenti all'epoca delle guerre puniche. Nei primi
Force distanza approssimativa in linea d'aria: 2.03 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Il nome Force si vuole far derivare da forca, luogo di passaggio tra le valli dell'Aso, del Tesino e del Tronto. Il paese è antico e sembra che nel V sec., durante le invasioni barbariche, popolazioni dei paesi vicini vi si siano insediate, attratte dalla particolarità del luogo, facile alla difesa. Fu comune libero e fiero della libertà, garantita da propri statuti. L'arte di preparare utensili in
Montalto delle Marche distanza approssimativa in linea d'aria: 2.13 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Montalto delle Marche il territorio era frequentato già nella preistoria: nel museo civico sono raccolti numerosi reperti del neolitico (6.000 a.C.), delle culture appenninica (2.500 a.C.), picena (VII a.C.), romana e successive. Nel sec. XIV, le comunità locali si organizzano nei liberi comuni di Montalto, Patrignone, Porchia. Nel 1418 Montalto elegge autonomamente il Podestà e nel sec.XV è terra di
Montefalcone Appennino distanza approssimativa in linea d'aria: 2.23 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Montefalcone Appennino il paese è un insieme coordinato di edifici in cotto ed in pietra, che si affacciano su vie tortuose, anguste e silenti che regalano scorci sempre vari ed ampie visioni sui Sibillini, sulla valle dell'Aso, sulle colline plioceniche del Piceno. Si estende su un crinale roccioso su alte rupi calcaree, in una delle posizioni più ardite delle Marche. Fu possesso feudale dell'abbazia
Moresco distanza approssimativa in linea d'aria: 2.36 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Moresco proteso sulla valle dell'Aso, con vista sul mare, insiste sulle mura originarie ed è dominato da un'imponente torre eptagonale del sec. XII, a merlatura ghibellina. Ha struttura ellissoidale e si sviluppa intorno ad una corte interna, che ha assunto funzione di piazza. Sul suo territorio, in età romana, sorgevano importanti insediamenti ed in età longobarda curtes e castra (centri murati) monastici
Monte Rinaldo distanza approssimativa in linea d'aria: 2.47 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

A Monte Rinaldo sul suo territorio, nel II sec. a.C., venne costruito il santuario ellenistico-romano insieme a molte ville intorno, il che rese possibile poi, in età longobarda, lo sviluppo di attività agricolo-commerciali. Su di esse vennero eretti pievi, castelli, monasteri e borghi. Il suo territorio di frontiera, nel medioevo, fu conteso dal ducato di Fermo, dalla città di Ascoli e dai monaci farfensi.
Monterubbiano distanza approssimativa in linea d'aria: 2.49 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Monterubbiano il paese ha origini antichissime, come testimoniano reperti paleolitici, neolitici e resti di necropoli picena. Nel 268 a.C. era gia città romana. Lo ritroviamo, nel sec.XI, con il nome di Urbiano. Libero comune nel XII sec., deve difendersi da Fermo che vuole sottomettere il castello. Nel medioevo subì diversi saccheggi, fino al 1443, quando fu occupato da Francesco Sforza, che ne fortificò
Petritoli distanza approssimativa in linea d'aria: 2.62 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Petritoli ebbe origine dai monaci farfensi intorno all'anno 1000, quale Castel Rodolfo, forse dal nome di un monaco feudatario. Restò sotto il dominio dei farfensi fino a quando non passò a Trasarico, barone di Saltareccia, imparentato ai potenti signori di Brunforte. Ceduto al vescovo Ermanno di Fermo nel 1055, restò sotto la giurisdizione dei vescovi fermani fino al 1198. Si governò con propri statuti,
Montedinove distanza approssimativa in linea d'aria: 2.76 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Montedinove sorge tra le valli dell’Aso e del Tesino, sul colle più alto della zona, a soli 3 Km da Montalto. Scavi archeologici anche recenti hanno portato alla luce nei suoi dintorni tombe picene con corredi funerari; una parte degli oggetti è stata raccolta dall’Archeoclub e depositata in Municipio. Secondo alcuni studiosi potrebbe trattarsi del sito della misteriosa Novana, città romana che Plinio
Montelparo distanza approssimativa in linea d'aria: 2.92 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Montelparo si sviluppa seguendo curve altimetriche, in sintonia con le vie urbane che segmentano l'altura, raccordate da rapide scalinate che si inerpicano su ardite pendenze, tra un tessuto abitativo che conserva, nelle strutture e nelle tonalità tenui e calde del materiale da costruzione, il fascino di una antica e austera grandezza. Un'antichissima presenza umana è documentata dal materiale archeologico
Massignano distanza approssimativa in linea d'aria: 3.15 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Secondo lo storico Colucci, Massignano (Massa Aniana), fu un sobborgo dell'antica città romana di Cupra. Sorse come libero comune dopo l'anno mille e si mantenne indipendente fino al sec. XIII. Nel 1334 fu assalito da Rinaldo da Monteverde, signore di Fermo, e fu costantemente conteso tra Fermo e Ascoli Piceno. Dal sec. XVI sino al XVIII, il comune fu parte dello Stato Pontificio; dopo la parentesi
Lapedona distanza approssimativa in linea d'aria: 3.2 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Lapedona furono i Pelasgi, venuti dalla Grecia nel secolo IV a.C. , i primi abitatori di Lapedona, seguiti dai romani che vi fondarono una colonia. Reperti di età picena e romana testimoniano una intensa colonizzazione del territorio, fin dall' antichità. Il centro urbano probabilmente si costituì o ricostituì intorno al 1000, quando i Benedettini di Farfa e di Fonte Avellana edificarono chiese e piccoli
Santa Vittoria in Matenano distanza approssimativa in linea d'aria: 3.39 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Santa Vittoria In Matenano edificata nell' 890 dall'abate di Farfa Pietro I, costituì il centro di tutto il presidiato farfense nella Marche. L'abate Ratfredo vi fece trasportare verso il 930, all'epoca delle scorribande dei Saraceni, il corpo della S.Vergine e Martire Vittoria, di nobile famiglia romana, che ancora si conserva, in una urna di marmo, nel santuario della Collegiata. Divenne comune nel
Rotella distanza approssimativa in linea d'aria: 3.53 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Rotella di origine antichissima, forse preromana, deve il nome alla sua posizione strategica su di un'ansa fluviale di forma rotonda. Eretto a castello di difesa nel X sec. d.C. da monaci benedettini farfensi, dopo un breve periodo sotto la città di Ascoli, nel 1356, nelle Costituzioni Egidiane, è confermata tra i possessi farfensi. Nel 1571 passa alla diocesi di Montalto-Ripatransone. Antichissime
Smerillo distanza approssimativa in linea d'aria: 4.02 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Smerillo il paese è piccolo, ma è uno scrigno di attrattive storiche e naturalistiche. La posizione, su una balconata di conglomerati pliocenici, consente ampi panorami. L'incasato ha impronta medioevale accentuata dagli abbondanti ruderi delle mura di difesa. Castrum Smerilli è stato il castello che ha dato origine all'insediamento. La prima fondazione sembra risalire al IX secolo. Fu poi alle dipendenze
Montottone distanza approssimativa in linea d'aria: 4.98 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Montottone fu originariamente un vucus o pagus delle colonie di Falerio Picenus e Fermo. Il castello fu costruito tra il X e XI sec. da Attone duca di Atri, da cui la denominazione di Mons Actonis. Fu, nel medioevo, uno dei più importanti centri dell'entroterra fermano. Dal 1536 al 1545 fu anche capoluogo dello stato ecclesiastico in Agro Piceno. Il centro storico, racchiuso tra le antiche mura, con
Palmiano distanza approssimativa in linea d'aria: 5.46 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Palmiano si vuole che il nome derivi dalla conformazione delle colline che lo circondano assomiglianti, nella posizione, ad un palmo della mano, quindi palmi mano. Ha certamente origine benedettina. Nel medioevo i monaci avevano un qualche monastero nella zona. Una torre quadrata, nei pressi di Pedara, certamente baluardo di difesa, ricorda l'arte benedettina. Nel 1799, un' orda di briganti si asserragliò
Monte Giberto distanza approssimativa in linea d'aria: 5.61 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Il territorio di Monte Giberto era già abitato dagli antichi Piceni. Fu possesso dell'abbazia di Farfa. Nel secolo XIII passò a Fermo, subendone le relative vicende. Intorno al 1350 faceva già parte dei castelli fermani, che erano divisi in tre zone: Monte Giberto figurava tra quelli verso il Monte. Le trecentesche mura castellane sono testimonianza della strenua difesa che il paese doveva organizzare
Amandola distanza approssimativa in linea d'aria: 5.7 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Amandola dall'unione dei tre castelli di Agello, Marrubbione e Leone - erettisi a libero comune - è sorta nel 1248 Amandola. Il nome che si vuole derivi da un mandorlo che veniva ammirato nella zona, sembra anche significare emblematicamente la posizione panoramica incantevole, su di un rilievo collinare, con lo scenario austero e maestoso dei Monti Sibillini. Ebbe gli Statuti nel 1265 e viene ricordata
Cossignano distanza approssimativa in linea d'aria: 5.91 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Di Cossignano le origini dell'insediamento sono piuttosto antiche. Già nel VII-VI sec. a.C., sul sito dell'abitato attuale, era sviluppato un fiorente centro di civiltà picena. In età romana il territorio era attraversato dalla strada Asculum-Firmum, il che rende più convincente l'ipotesi che il nome Cossignano derivi dal gentilizio degli antichi possessori di un praedium cossinianum, frazione dell'ager
Monteleone di Fermo distanza approssimativa in linea d'aria: 5.95 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Monteleone di Fermo arroccato sul contrafforte fra l'Ete vivo e il torrente Lubrico, Monteleone entra nella storia - come gran parte dei paesi della zona - con la presenza dei farfensi e diviene comune nel medioevo. Vanta ancora resti di mura castellane e il nucleo abitato presenta immutati aspetti di sapore medioevale. Di particolare interesse è la torre, ad esagono irregolare, del sec. XIII, già elemento
Ponzano di Fermo distanza approssimativa in linea d'aria: 6.17 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Ponzano di Fermo è un piccolo centro arroccato su un colle e conserva intatta la sua fisionomia medioevale. Reperti archeologici di età romana indicano la presenza di un nucleo urbano sin dal 300 d.C.. Nel VII sec. si insediano i monaci di Farfa, organizzano una curtis e costruiscono una chiesa dedicandola a S.Maria Mater Domini. L'attuale costruzione è da far risalire agli anni 1128-1148. Nella seconda
Monte San Martino distanza approssimativa in linea d'aria: 6.53 Km
 provincia di Macerata regione Marche

Grazie al ritrovamento di numerosi reperti archeologici, si può riuscire a far risalire le origini di Monte San Martino, al periodo romano. Divenne quartiere dei franchi durante le invasioni barbariche diventando Arse Ruventana in Monte San Martino. Parteggiò nel periodo medievale per la fazione dei Guelfi ottenendo dai pontefici, che successivamente controllarono il territorio, molte concessioni.
Montefortino distanza approssimativa in linea d'aria: 7 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Montefortino paese arrocato su di un colle nella dorsale dominata dai monti Sibillini. Si hanno tracce del suo passato a partire dall’epoca romana. Nel 1084 diviene libero comune e nel 1860 votò l’annessione al Regno d’Italia. Montefortino è ricco di opere d’arte e di edifici storici tra cui si cita: “La Pinacoteca Civica intitolata a Fortunato Duranti, pittore bohémien e collezionista di opere d’arte;
Ripatransone distanza approssimativa in linea d'aria: 7.03 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Ripatransone è uno dei centri più antichi del Piceno. La località, già abitata nella preistoria (paleolitico inferiore), assume l'aspetto urbano intorno all'anno 1000, allorchè Transone ( da cui il toponimo), avutala in feudo dal vescovo di Fermo, riunì i castelli di Monte Antico, Capodimonte, Roflano e Agello. Nel 1205 era già libero comune. Nel 1571 aveva raggiunto tanto splendore che Papa Pio V
Monsampietro Morico distanza approssimativa in linea d'aria: 7.17 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

La fondazione di Monsampietro Morico e di S.Elpidio Morico risale, secondo la tradizione, al 1061, per opera di Malugero Melo, figlio del Dragone Normanno, conte delle Puglie. La moglie, di nome Morica, gli diede tre figli, ai quali il conte, in omaggio alla consorte, diede il cognome di Morico: di qui il nome del paese. La storia dei due castelli, passati sotto la giurisdizione di Fermo nel 1341, segue
Cupra Marittima distanza approssimativa in linea d'aria: 7.27 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Cupra Marittima è un' accogliente cittadina di circa 5000 abitanti, rinomato centro turistico della costa marchigiana. Non è soltanto nota per la famosa cera di Cupra del dott. Ciccarelli o per la raccolta di conchiglie più ricca e bella del mondo (mostra Malacologica); ma riveste una grandissima importanza anche dal punto di vista storico-architettonico e culturale. Vanta, infatti, tra l'altro, un'area
Castignano distanza approssimativa in linea d'aria: 7.38 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Castignano posta alle pendici del monte dell'Ascensione, Castignano offre ai visitatori scorci sorprendenti. Dalla medioevale piazza San Pietro si possono ammirare la catena montuosa dell'Appennino, il mare e i caratteristici calanchi. Ricco di storia, il paese conserva numerose testimonianze del passato, quale la stele con iscrizione picena, conservata al museo archeologico di Ascoli Piceno, la chiesa
Montemonaco distanza approssimativa in linea d'aria: 7.77 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Montemonaco è così chiamato perché, su questa altura, avevano trovato rifugio e solitudine i monaci benedettini, primi colonizzatori delle nostre zone montane. Verso la fine del secolo XIII i piccoli feudatari dei vari centri rurali si costituirono in libero comune e scelsero come capoluogo un punto centrale, facile da difendere, chiamato fin da allora monte del monaco. A difesa della loro libertà i
Grottazzolina distanza approssimativa in linea d'aria: 8.52 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Grottazzolina i reperti archeologici di una necropoli, risalente al VI secolo a.C., ci danno le origini di Grottazzolina. La zona subì poi le vicende legate all'arrivo di Visigoti, Unni, Longobardi, che si insediarono in Italia. Fu solo verso il sec. X che, per opera dei monaci farfensi, venne edificato il castello detto Crypta Canonicorum. Nel 1217 il Conte Azzo Azzolino d'Este della Marca Anconitana,
Venarotta distanza approssimativa in linea d'aria: 8.96 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Venarotta sulla sua origine si intrecciano storia e leggenda. Secondo alcuni fu fondata intorno al VI secolo da fuoriusciti ascolani, i quali si insediarono su un'altura che munirono a difesa. Oltre a case, castello e mura di cinta, avrebbero eretto un tempio, dedicato alla dea Venere, di qui il nome di Venarotta. Altri, invece, sostengono che il toponimo derivi da vena (cava; ma anche sorgente sotterranea).
Roccafluvione distanza approssimativa in linea d'aria: 9.19 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Roccafluvione il toponimo è composto dal termine rocca e dall'idronimo fluvione. La storia si perde in tempi remotissimi. Il territorio era abitato sin dal neolitico, come dimostrano alcuni reperti (elmi, asce, lance, lamine, pettorali, fibule) conservati nel museo archeologico di Ascoli Piceno. La probabile presenza dei Marsi, in aiuto di Ascoli, in guerra contro Roma, avrebbe dato il nome a Marsia
Penna San Giovanni distanza approssimativa in linea d'aria: 9.25 Km
 provincia di Macerata regione Marche

Penna San Giovanni le sue origini risalgono al I° II° secolo d.C. come distretto della colonia romana di Faleria. Il suo nome sembra risalire all'entimologis celtica di luogo posto su altura scoscesa. Divenne nel XII secolo, sotto il dominio della famiglia dei conti di Camerino, un'importante fortezza. Dal 1356 al 1416 finì sotto il dominio dei Varano e successivamente di Francesco Sforza.
Porto San Giorgio distanza approssimativa in linea d'aria: 9.3 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Porto San Giorgio città rivierasca, stazione di cura, soggiorno e turismo dal 1927, Porto S.Giorgio è centro balneare di grande richiamo. Da villaggio di pescatori divenne fortezza , posta sotto la protezione di San Giorgio, per la necessità di difendersi dai pirati saraceni. Il castello, inizialmente di pertinenza della chiesa fermana, passò nel 1267 al comune di Fermo, che vi edificò una rocca. Già
Servigliano distanza approssimativa in linea d'aria: 9.52 Km
 provincia di Ascoli Piceno regione Marche

Servigliano dopo gli insediamenti storici piceni, ebbe nome romano da un proprietario rurale della stirpe dei Servili. Nel medioevo, attorno all'anno 1000, una consociazione di famiglie eresse sulla collina più alta, ora Paese Vecchio, un castello dipendente dal comitato di Fermo, con il nome di castel S.Marco. Nella seconda metà del secolo XVIII, il castello cominciò a cedere per infiltrazioni di acqua