Fiume Salto - Comuni vicini
Fiumi Italiani
Risorsa gratuita vers.BETA 1.0
  Fiume Salto
  Comuni Vicini
Fiume Salto visualizza mappa  

   Fiume Salto Comuni vicini
Ricerca effettuata tra le distanze delle coordinate dei comuni
nel raggio approssimativo di 10 Km lineari, e sono stati trovati 51 comuni
Concerviano distanza approssimativa in linea d'aria: 0.41 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Delle origini di Concerviano si conosce ben poco; probabilmente fu fondata dai monaci benedettini della vicina Abbazia di S.Salvatore Maggiore. Nel tardo Medioevo, dal suo territorio, che doveva essere prevalentemente ricoperto di boschi, venivano importate ingenti quantità di cenere, impiegata per gli usi più svariati, e di legname lavorato, soprattutto contenitori per il vino. Nel 1817 Concerviano
Tornareccio distanza approssimativa in linea d'aria: 0.67 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Sorge sul versante orientale di Monte Pallano, nei pressi delle sorgenti del torrente Osento ed è stato in età preromana un importante insediamento. Nel centro abitato conserva resti della medioevale cinta muraria. Nell’alto-medioevo fu interessato alla colonizzazione monastica e nel XII sec. è tra i possedimenti dell’abbazia di Santo Stefano di Atessa. Si tenga presente che nel Catalogus Baronum tra
Torino di Sangro distanza approssimativa in linea d'aria: 0.81 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Sorge su un colle che domina da destra la bassa valle del fiume Sangro e la sua foce. Nell’alto-medioevo, XII sec., fu interessato alla colonizzazione monastica benedettina della vicina abbazia di San Giovanni in Venere. Fino al XV sec. fu possesso feudale dell’abbazia di S. Stefano in Rivo Mare per poi essere venduta alla città di Lanciano. Nel XVI sec. fu feudo di Luigi Carafa, poi vi ebbero signoria
Atessa distanza approssimativa in linea d'aria: 1.11 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Centro agricolo e industriale, è posta sullo spartiacque fra i fiumi Sangro e Osento. Il suo territorio è il più vasto della provincia. Delle sue origine preromane sono rimaste poche tracce, evidenziate da ritrovamenti di reperti e iscrizioni nei dintorni. La presumibile origine di Atessa risale al V sec., ma la prima citazione è del X sec. quando il territorio fu interessato dalla colonizzazione benedettina
Scurcola Marsicana distanza approssimativa in linea d'aria: 1.49 Km
 provincia di L'Aquila regione Abruzzo

Il nome deriva da un'antica voce longobarda «skulk», posto di guardia. (E.GIAMMARCO). Secondo il Febonio, Scurcola sarebbe sorta per opera dei cittadini di Alba Fucens, i quali, dopo la distruzione della loro cittá per opera di Carlo d'Angió, avrebbero formato un «castello» sopra un'altura, sulla quale piú tardi gli Orsini innalzarono una rocca fornita di torri. Non sappiamo quanto tale notizia
Pescorocchiano distanza approssimativa in linea d'aria: 1.76 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Le antiche origini del paese sono testimoniate da un iniziale insediamento di età romana dove si è poi sviluppato in epoca normanna attorno alla chiesa di S. Andrea assumendo l'aspetto di un borgo fortificato che domina tuttora la valle del Salto. Nel XII secolo la fortezza fu residenza del feudatario normanno Conte di Rieti Gentile Vetulo. Successivamente il borgo così fortificato divenne caposaldo
Magliano de' Marsi distanza approssimativa in linea d'aria: 2.42 Km
 provincia di L'Aquila regione Abruzzo

Il paese ha una sua storia antica, testimoniata sia dalla struttura urbanistica, sia dalla presenza di edifici civili e di culto, sopravvissuti alle traversie del tempo o ricostruiti dopo il terremoto. In un primo tempo l'originario nucleo romano doveva trovarsi sul Monte Carce e solo nel XII secolo il borgo si sviluppò sull'attuale sito; nel corso del sec. XVIII, l'espansione urbana si estese all'esterno
Fiamignano distanza approssimativa in linea d'aria: 2.54 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Scomparsi assai presto i centri romani, le popolazioni della zona si sparsero e sull'onda delle invasioni saracene e normanne dei secoli X e XI, cominciarono a nascere e si affermarono i centri con castelli. Anche il castello di Fiamignano nasce quindi in questo periodo insieme a quello di Rascino. Le famiglie dei Mareri e dei Colonna sono le protagoniste della storia del pease fino alle soglie del
Marcetelli distanza approssimativa in linea d'aria: 3.04 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

La cittadina deve il suo nome ad una probabile contrazione dei termini Marsorum e Tellus che attesterebbero la presenza, in zona, della famiglia dei Marsi. L'abitato si andò sviluppando tra il X e I'XI secolo sfruttando la posizione elevata a dominio della Valle del Salto. Fu proprietà dei Marcii fino al 1655 quando passò ai Barberini e rimase sotto la giurisdizione pontificia fino al 1859, segnando
Cittaducale distanza approssimativa in linea d'aria: 3.13 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Cotilia è senza troppi dubbi connessa intimamente con le principali vicende della leggenda sabina. Secondo la tradizione, Cotilia sarebbe stata un antichissimo centro abitato dai Pelasgi e che sarebbe stato a sua volta conquistato dai Sabini, al momento della loro irruzione nella valle del Velino dalle loro basi poste ai piedi del Gran Sasso. Nelle sue vicinanze sorgeva un celebre santuario dedicato
Petrella Salto distanza approssimativa in linea d'aria: 3.2 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Petrella Salto sorge su di un territorio ricco di antichità le cui origini risalgono ad insediamenti equi come quello di Cliternia in località Capradosso. Nell'alto Medioevo alcune chiese disseminate sul teritorio sotto la protezione dei monaci benedettini diedero origini a frazioni ancora oggi esistenti con le annesse chiese come quella di S. Maria in Capradosso, S. Angelo di Staffoli, S.Angelo in
Paglieta distanza approssimativa in linea d'aria: 3.33 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Sorge su un colle alla destra del fiume Sangro in posizione panoramica. Il ritrovamento di diversi reperti storici appartenenti ad epoche diverse testimoniano una continuità di insediamenti abitativi. Le prime notizie storicamente documentate risalgono al XII sec. Nel XIV sec. la città era assoggettata a Lanciano e dal XIV sec. vi ebbero signoria i Pignatelli. Trae il suo nome dal derivato latino di
Casalanguida distanza approssimativa in linea d'aria: 3.48 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Borgo di origine medioevale, i primi documenti risalgono al XII sec. e fu feudo dei Beomondo, conte di Manoppello e poi di Antonio Caldora e dei D’Avalos. Posta tra le valli dei fiumi Osento e Sinello, domina la campagna circostante con un centro che conserva quasi intatti i caratteri dell’antico abitato. Di grande rilevanza è la fontana monumentale ottocentesca in pietra che insieme con il palazzo
Borgorose distanza approssimativa in linea d'aria: 3.51 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Varco Sabino distanza approssimativa in linea d'aria: 3.64 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Il comune di Varco Sabino è stato costituito nel 1853, dopo l'aggregazione al borgo dei due vicini centri di Poggio e Rocca Vittiana, databili intorno all'anno mille. Della sua storia si hanno poche notizie, ma la sua importanza è dovuta alla vicinanza del valico, da cui prende il nome, che un tempo collegava la Sabina all'Abbruzzo attraversando i monti Carseolani. L'insediamento nel luogo dove
Rieti distanza approssimativa in linea d'aria: 3.76 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Rieti antico e importante centro sabino, fu incorporata nello Stato romano da Manio Curio Dentato nel 290 a.c. Passò poi alle dipendenze del duca di Spoleto e quindi di un conte. Fedele alla Chiesa sin dal 1198, quando fece omaggio a Innocenzo III; al tempo della guerra degli Otto Santi accolse come signore Cecco Alfani, la cui famiglia tenne il potere fino al 1425. Nel periodo francese fece parte
Scerni distanza approssimativa in linea d'aria: 3.9 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Alla sinistra del fiume Sinello, il paese, di origine alto-medioevale, era tra i possedimenti dell’abbazia di Santo Stefano in Rivo mare, nei pressi di Casalbordino. La prima menzione del paese risalirebbe all’833 quando il conte di Chieti Trasmondo II avrebbe donato il castellum Serni al monastero di Santo Stefano; con il toponimo di “Sernem” nel Catalogus Baronum viene testimoniata l’origine medioevale;
Villalfonsina distanza approssimativa in linea d'aria: 3.95 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Sul suo territorio è stata rinvenuta nel 2000 una necropoli italica di 24 tombe. Il borgo si sviluppò nel XIV sec. intorno al castello del feudatario Alfonso D’Avalos, con un primo nucleo di abitanti costituiti da coloni locali e da slavi.
Massa d'Albe distanza approssimativa in linea d'aria: 4.76 Km
 provincia di L'Aquila regione Abruzzo

La storia di Massa d'Albe e dei suoi abitanti è strettamente collegata a quella di Alba Fucens e quindi al feudo di Albe. L'area, insediata dagli Equi già nel 305 a.C. fu occupata dai Romani nel corso delle guerre sannitiche ed Alba Fucens divenne completamente romana e ogni elemento etnico preesistente equo o marso che fosse, scomparve. Decoduta in età imperiale e distrutta nell'alto medioevo, conobbe,
Casalbordino distanza approssimativa in linea d'aria: 5.12 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

La fase più antica del paese risale al periodo romano con il nome di “Castrum Sancti Salvatoris”, sebbene l’insediamento abbia subito un’espansione notevole verso l’XI sec. Formatosi come azienda fondiaria del vicino monastero di S. Stefano ad Rivum Maris, prese il nome da Roberto Bordinus, il milite che lo teneva “in servitio” nel 1145 e a cui l’abate aveva concesso il castello. Il paese prese il nome
Sante Marie distanza approssimativa in linea d'aria: 5.27 Km
 provincia di L'Aquila regione Abruzzo

Belmonte in Sabina distanza approssimativa in linea d'aria: 5.42 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Belmonte in Sabina è un piccolo comune appartenente alla Comunità Montana del Turano. Situato sopra un colle a 750 metri, e panoramicamente affacciato sulla via Salaria, ha una posizione geografica che ne giustifica il nome. Belmonte ha numerose testimonianze del suo passato millenario, come le mura ciclopiche, in località Colle Carionaro, databili alla tarda età del bronzo (1300-75 a.C) e le Grotte
Bomba distanza approssimativa in linea d'aria: 5.56 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Sull’origine del nome, un po’ strano, di questo paese sono state formulate diverse ipotesi: si parla di un’origine greca bomos che significa gradino, rialto, perché il castello e la chiesa sorgevano su un poggio, un’ultima ipotesi è la parola latina bombus che significa ronzio, rimbombo, rumore, infatti le prime case di questo paese furono costruite su un rilievo circondato da tre fossi che formavamo
Avezzano distanza approssimativa in linea d'aria: 5.92 Km
 provincia di L'Aquila regione Abruzzo

Una delle spiegazioni probabili è quella del toponimo prediale Avidianum (o fundus Avidianus) dal gentilizio Avidius, che è ben attestato ad Alba Fucens. Quindi, il nome altomedievale di Avezano era dovuto alla presenza di un «fondo avidiano», ossia di una proprietà agricola appartenente alla famiglia di Avidio, con relativa villa romana. Un'altra ipotesi fa derivare il nome da Ave Iane, per l'esistenza
Pollutri distanza approssimativa in linea d'aria: 5.96 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

La leggenda più nota circa la nascita di Pollutri fa riferimento a un principe longobardo che aveva deciso di costruire un paese dove avrebbe trovato un puledro smarrito. In realtà nel 568 d. C. i Longobardi scesero in Italia alla ricerca di nuove fonti di sostentamento e giunti nel borgo di capanne di pastori e contadini lo ingrandirono così tanto che il suo territorio arrivava fino al mare. L’origine
Tagliacozzo distanza approssimativa in linea d'aria: 5.98 Km
 provincia di L'Aquila regione Abruzzo

Le prime notizie storicamente attendibili relative all'esistenza di un centro abitato nel luogo dell'attuale Tagliacozzo risalgono all'XI secolo. Prima di tale data vi sono soltanto riferimenti al monastero di S. Cosma in Heloritu (oppure Elorito, Olerito, Hilaretu, corruzione medievale dal latino lauretum = laureto, bosco di allori, per bosco in generale) rintracciati in diplomi imperiali già forse
Carpineto Sinello distanza approssimativa in linea d'aria: 6.08 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Sorge su un colle dell’alta valle del fiume Sinello. La prima notizia relativa a Carpineto Sinello, che porta il toponimo “carpinetam” (dal latino carpinus, carpino), piccolo centro noto per il bel portale della Chiesa di S. Michele Arcangelo e per l’ormai cadente castello ducale, è contenuta nel Catalogus Baronum del XII sec. in cui si legge che all’epoca era un “pheudum militum”. Non sappiamo se l’occupazione
Archi distanza approssimativa in linea d'aria: 6.44 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Il comune è adagiato su uno sperone roccioso che domina sia la valle dell’Aventino che la val di Sangro. Il paese è nato nel periodo medioevale quando divenne un borgo fortificato (è ancora visibile la cinta muraria) e fu feudo di grandi famiglie come i Corona e Carafa. Fonte:provincia di Chieti
Colledimezzo distanza approssimativa in linea d'aria: 6.47 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Collocato su uno sperone dominante la valle del Sangro, il paese ha subito nella sua struttura più antica gravi danni dovuti a una intensa attività di frana che ormai da decenni interessa la zona. Le prime notizie storiche certe sul paese sono datate al XII sec. e fu possedimento dei Caldora durante il 1400. Dal XVIII sec. appartenne ai D’Avalos del Vasto che la tennero fino all’abolizione della feudalità.
Guilmi distanza approssimativa in linea d'aria: 6.52 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Sorge su un colle che domina da destra la valle del fiume Sinello. Poche sono le notizie pervenute, le prime risalgono al XI sec., nel XV sec. fu feudo di Giacomo Caldora di Monteodorisio, successivamente vi ebbero signoria i D’Avalos di Vasto fino all’abolizione della feudalità.
Gissi distanza approssimativa in linea d'aria: 6.67 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Sorge su un colle panoramico tra i torrenti Ferrato e Morgitella, affluenti di destra del fiume Sinello. La posizione naturalmente fortificata dell’altura sulla quale è sorto il nucleo più antico di Gissi ne ha sempre determinato la funzione strategica. Genti di stirpe sabellica occuparono infatti il sito fin dall’età arcaica, e tracce della necropoli relativa a tale insediamento sono venute alla luce
Perano distanza approssimativa in linea d'aria: 6.85 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Sorge su una modesta ondulazione collinosa alla destra del fiume Sangro. Le prime notizie storicamente certe risalgono al IX sec. quando Perano entra a far parte dell’abbazia di San Clemente a Casauria. Il borgo rimase per lungo tempo sotto la giurisdizione di varie abbazie e viene indicato come Peranum nel 1038, possesso dell’abbazia di S. Maria di Tremiti, poi nel XVI sec. fu della congregazione di
Castellafiume distanza approssimativa in linea d'aria: 7.18 Km
 provincia di L'Aquila regione Abruzzo

Nome: Da Castrum fluminis, castello sul fiume Liri, alla confluenza con il torrente Riosonno (o Riosondoli). In prossimità di una chiesetta dedicata a S. Benedetto, donata nel 1062 da un certo Gregorio ai monaci di Montecassino, in località Pascusano (o Pascolano) era sorto un castello, attorno al quale si raccolsero, innalzandovi abitazioni, i pastori e i montanari della zona. Nel XII secolo, dunque,
Fossacesia distanza approssimativa in linea d'aria: 7.21 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Si trova su un’altura della fascia litoranea alla sinistra della foce del fiume Sangro. Il primo nucleo abitato di Fossacesia è da ricollegare alla colonizzazione monastica dei benedettini già intorno al IX sec. come corte, cioè un’azienda fondiaria e amministrativa intorno alla quale si costituì l’aggregato umano formato da coloni e artigiani al servizio dell’abbazia. Passò attraverso alterne vicende
Rocca Sinibalda distanza approssimativa in linea d'aria: 7.59 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Le origini di Roccasinibalda sembrano risalire al secolo X. Infatti, secondo un'ipotesi abbastanza plausibile avanzata dal Toubert, l'anonima rocca che nel 986 Teudino, figlio del defunto conte Berardo, aveva ricevuto in permuta dall'abate di Farfa Giovanni I, dovrebbe essere identificata con Roccasinibalda in base alla descrizione dei confini castrali, che la vedevano circondata da tre lati dal fiume
Castel Sant'Angelo distanza approssimativa in linea d'aria: 7.87 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Castel Sant'Angelo è un piccolo borgo di origine medioevale situato in una delle valli più suggestive dell'Appenninico, la Valle del Velino. Il suo territorio è molto esteso ma poco popolato ed è compreso in una importante zona archeologica. A tre chilometri sorgono le Terme di Cotilia, dal nome dell'antica città sabino-romana Cutilia, nota per le proprietà terapeutiche delle sue acque e perché residenza
Collegiove distanza approssimativa in linea d'aria: 7.91 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Scarse sono le notizie sulle origini di questo piccolo centro montano. Secondo alcuni studiosi il primo nucleo fu edificato in una zona in cui anticamente sorgeva un tempio romano dedicato a Giove Rotondo da cui deriverebbe il nome del paese. E' probabile che in una prima fase l'insediamento sia stato caratterizzato da forme poco accentrate e che solo in un secondo tempo, probabilmente tra il XII
Cantalice distanza approssimativa in linea d'aria: 8 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Nel XII secolo, nella zona dove sorge l'attuale centro di Cantalice, esistevano tre insediamenti, Rocca di Sopra, Rocca di Sotto e Rocchetta; Cantalice è nata dalla fusione di queste tre frazioni che si unirono probabilmente per far fronte alle frequenti incursioni saracene. Nel tempo, grazie alla particolare asperità del colle su cui sorge e grazie anche alla robustezza delle fortificazioni erette,
Castel di Tora distanza approssimativa in linea d'aria: 8.41 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Castel di Tora sino al 1864 era Castel Vecchio (Castrum Vetus) e gli abitanti si chiamano ancora castelvecchiesi. Il nuovo nome si rifà all'antica e famosa (ma d'incerta collocazione) città sabina di Thora, poi pagus (villaggio) romano. LA STORIA Castel di Tora, tra Carsoli e Rieti, lungo la vallata del Turano, ora imponente borgo dominante l'omonimo lago, trae le sue origini agli inizi dell'anno
Pietraferrazzana distanza approssimativa in linea d'aria: 8.61 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Sorge sul versante destro del fiume Sangro, sulle pendici di un colle roccioso sovrastato dai ruderi di uno storico castello feudale. La notizia documentaria più antica sull’esistenza e sulla denominazione deriva dal Catalogus Baronum, redatto tra il 1150 e il 1168, che contiene l’elenco dei feudatari, in cui compare il feudo di Petram Garanzanam. Nel XV sec. fu dominio dei Ricci, nel XVI dei Caracciolo,
Ascrea distanza approssimativa in linea d'aria: 8.65 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Ascrea sorge sul versante sud-orientale del lago del Turano.È un paese situato su una pendice scoscesa della collina che, sulla sponda settentrionale, si immerge nelle acque del bacino artificiale. E vi possiamo assicurare che da quassù (757m) il lago del Turano si può cogliere in tutta la sua bellezza.Fresca d’estate e suggestiva d’inverno, Ascrea si offre generosamente ai suoi visitatori 365 giorni
Capistrello distanza approssimativa in linea d'aria: 8.75 Km
 provincia di L'Aquila regione Abruzzo

Capistrello è ad una altitudine di 740 m.s.l.m., ed è posto nella gola (il capistrum da cui secondo alcuni prende il nome) che interrompe il fianco sinistro della Valle del Liri, e che si apre verso i Piani Palentini. Conta 5700 abitanti circa, residenti per la maggior parte nel capoluogo. Le due frazioni, Pescocanale e Corcumello, sorgono l'uno all'imboccatura della Valle Roveto (la parte meridionale
Nespolo distanza approssimativa in linea d'aria: 8.87 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Le prime notizie di Nespolo risalgono al 1024, anno in cui l'abate di Farfa, Ugo I, diede in locazione i beni posseduti dal monastero nel luogo detto Acquam Nespuli a Crescenzio figlio di Rattone, due appezzamenti di quasi un ettaro. Gli interessi di Farfa nella zona si accentrarono intorno alla chiesa di San Sebastiano a Nespolo. Un'altra ipotesi fa risalire la nascita del paese, all'unione di alcuni
Santa Maria Imbaro distanza approssimativa in linea d'aria: 8.9 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Sorge su un colle alla sinistra del fiume Sangro e le prime notizie storiche sono del XII sec. e sono desunte dal portale della chiesa datato 1190. Sede di un insediamento già in età romana, attestato da reperti archeologici venuti alla luce oltre due secoli fa, nel 1017 si ha già menzione della Chiesa di S. Maria in Baro, di antichissime origini. Scarse sono le notizie sulle vicende successive del
Rocca San Giovanni distanza approssimativa in linea d'aria: 8.91 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Sorge su un colle roccioso, in vista del mare tra le foci del fiume Sangro e del torrente Feltrino. Possesso nell’alto medioevo di famiglie della nobiltà longobardo-franca, interessata alla colonizzazione monastica benedettina già dal VIII sec., dal XI sec. con gli abati Oderisio I e Oderisio II divenne un munito castello da utilizzare come rocca – rifugio del vicino monastero di San Giovanni in Venere.
Paganico Sabino distanza approssimativa in linea d'aria: 9.02 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Paganico Sabino è considerato il centro più antico della Valle del Turano. Difatti tracce di materiali in terracotta di tipologia votiva appartenute a comunità organizzate sul territorio in epoca pre-romana, fanno risalire questo luogo al IV secolo a.C. Inoltre i ritrovamenti della lapide funeraria del I secolo a.c. detta della Pietra Scritta (scoperta nelle vicinanze del fiume Turano) non escludono
Mozzagrogna distanza approssimativa in linea d'aria: 9.05 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Sorge su un colle alla sinistra del fiume Sangro. Le notizie storiche sono scarse e si ritiene che nel passato il borgo era denominato “Villa Schiavone”, originato da una colonia di slavi che nel XVI sec. erano lì rifugiati. L’attuale nome deriva da una famiglia di Lanciano che vi aveva delle proprietà. Il paese fu quasi del tutto distrutto nel corso della seconda guerra mondiale. Tra le emergenze architettoniche
Monteferrante distanza approssimativa in linea d'aria: 9.23 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

Sorge su un colle roccioso, panoramico, alla destra del fiume Sangro. Il nucleo abitato, sorto attorno al castello medioevale costruito dai D’Aragona, si presenta con le case aggrappate alla roccia, in un territorio ricco di acque minerali a basso contenuto di calcio, per le quali il paese è conosciuto. Le prime notizie storiche risalgono al XII sec. Dal XV sec. fu feudo dei Caracciolo sino alla dissoluzione
Montazzoli distanza approssimativa in linea d'aria: 9.34 Km
 provincia di Chieti regione Abruzzo

E’ posta su un crinale tra i torrenti Altosa e Sinello. L’abitato è dominato dal castello posto su uno sperone roccioso. Il primo insediamento va collocato tra i sec. IX e XII, sviluppatosi intorno a una torre primitiva, con funzione di passo; le prime notizie del castello, dimora dei vari feudatari, si rintracciano nel “Catalogus baronum”. I documenti storici sull’abitato risalgono al XV sec. quando
Colle di Tora distanza approssimativa in linea d'aria: 9.55 Km
 provincia di Rieti regione Lazio

Colle di Tora è un piccolo centro allungato su un alto sperone proteso sul lago di Turano, creato con lo sbarramento del fiume Turano, affluente del Velino. L'economia interna si basa principalmente sull'agricoltura. Partendo in auto da Roma, bisogna immettersi in autostrada A 24 e uscire a Carsoli Oricola, proseguire per la S.S. 5 per Carsoli e bivio per Rieti. In treno la stazione più vicina
Cappadocia distanza approssimativa in linea d'aria: 9.7 Km
 provincia di L'Aquila regione Abruzzo

Il Febonio fa derivare il Nome di cappadocia da Caput otii (capitale dell'ozio). Ma la vera origine del nome resta incerta. Le prime notizie su Cappadocia risalgono al XII secolo (nella Bolla di Clemente III vengono elencate le chiese di S.Biagio e di S.Margherita). Dal Trecento, Cappadocia appartiene agli Orsini e, quindi, alla contea di Tagliacozzo, insieme con i castelli di Petrella e di Verrecchie.